La Legge Bersani e i vantaggi per l’assicurazione: ecco chi può richiederla e come fare

L’assicurazione auto è obbligatoria per legge e rappresenta una spesa necessaria per tutti coloro che possiedono un veicolo.

LA LEGGE BERSANI E I VANTAGGI PER L’ASSICURAZIONE: ECCO CHI PUÒ RICHIEDERLA E COME FARE

L’assicurazione auto è obbligatoria per legge e rappresenta una spesa necessaria per tutti coloro che possiedono un veicolo. Le soluzioni che cercano di abbattere il premio assicurativo sono in continua evoluzione: a partire dal 2006 ha fatto la sua comparsa tra di loro anche la cosiddetta Legge Bersani. Se tra i tuoi progetti futuri rientra quello di acquistare un veicolo, dovresti prendere in considerazione questa opportunità per assicurarlo. Scopriamo cos’è e come funziona la Legge Bersani, quali sono le sue caratteristiche e come massimizzare i suoi vantaggi.

Condividi

Cos’è la Legge Bersani

Redatta dall’allora Ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani, la legge del 2 aprile 2007 n.40 permette al proprietario di un veicolo appena comprato di acquisire la stessa classe di merito di un mezzo già in suo possesso o in possesso di un suo familiare convivente. Questa possibilità viene fornita in caso di acquisto di un veicolo nuovo o usato

La Legge Bersani per l’assicurazione si rivolge ad automobilisti e motociclisti che assicurano un veicolo per la prima volta. Chi se ne serve parte dunque dalla classe di merito CU di un veicolo già in suo possesso o di un familiare convivente. Questa soluzione è particolarmente indicata per i neopatentati, che in questo modo non partono dalla classe di merito di ingresso, ovvero la quattordicesima. 

Il sistema Bonus-Malus in vigore prevede una serie di categorie che vanno dalla 1 (la migliore e col premio più basso) alla 18. Affidandosi ai benefici del Decreto Bersani, infatti, i più giovani possono usufruire della classe Bonus-Malus di un familiare, ad esempio uno dei genitori. La platea dei beneficiari è molto più ampia. Dalla moglie che acquista per la prima volta un veicolo per sé e può sfruttare la classe di merito del marito, al nipote che eredita la CU dello zio o del nonno. 

Come funziona la Legge Bersani

L’appartenenza allo stesso nucleo familiare è solo una delle condizioni da rispettare per usufruire della Legge Bersani assicurazione auto e moto. Per questo motivo le compagnie assicurative richiedono al contraente lo stato di famiglia. Se genitore e figlio non hanno la stessa residenza, ad esempio, non sarà possibile ereditare la classe di merito. Si può, altresì, usufruire del Decreto Bersani per le assicurazioni anche se non si è parenti, purché si faccia parte dello stesso nucleo familiare

Come stabilisce l’articolo 4 del DPR 223 del 30 maggio 1989, infatti, “agli effetti anagrafici per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune”. In questo modo anche una coppia convivente, ma non sposata, può aderire alla legge. 

È inoltre importante sapere che per nuovo veicolo si intende un mezzo immatricolato per la prima volta a nome del richiedente dell’assicurazione. Non è necessario che l’auto sia stata appena acquistata da un concessionario. Può infatti trattarsi anche di un veicolo usato, purché sia stato effettuato un regolare passaggio di proprietà. La Legge Bersani è dunque accessibile a chiunque assicuri un mezzo per la prima volta, rivelandosi efficace sia per i giovani che per gli anziani.

Come usufruire della Legge Bersani

Si può usufruire della Legge Bersani a condizione che:

  • La polizza assicurativa da cui ereditare la classe di merito sia attiva
  • Il proprietario del veicolo già assicurato e di quello da assicurare coincidano, oppure il veicolo da cui si intende ereditare la classe di merito sia intestato a persone presenti nello stato di famiglia
  • Il soggetto che cede la classe di merito sia in regola con il pagamento dell’assicurazione 
  • Il veicolo da assicurare sia intestato a un membro del nucleo familiare
  • Entrambi gli intestatari siano persone fisiche
  • Il veicolo da assicurare risulti come secondo mezzo del nucleo familiare
  • Il soggetto che cede la classe di merito sia presente nello stato di famiglia 
  • La cessione della classe di merito avvenga tra veicoli della stessa tipologia: da auto ad auto e da moto a moto, mai da auto a moto o viceversa
  • Il contratto su cui applicare la Legge Bersani sia nuovo, ovvero si tratti di un veicolo appena acquistato (anche tramite passaggio di proprietà) e mai assicurato dal nuovo proprietario o da un componente del suo nucleo familiare 

Tra i dubbi frequenti di chi intende avvalersi di questa soluzione rientra la possibilità di affidarsi a una compagnia assicurativa diversa rispetto a quella da cui si intende ereditare la classe di merito. Questa possibilità è prevista dalla legge. Non è infatti necessario sottoscrivere il nuovo contratto presso la stessa compagnia dalla quale si eredita la CU. 

Esclusioni

Non è invece possibile avvalersi della Legge Bersani nei seguenti casi:

  • Aziende o società: il veicolo da intestare e quello già intestato devono obbligatoriamente essere intestati a una persona fisica. Possono aderire alla Legge Bersani, invece, le ditte individuali nominali
  • Diversa tipologia di veicoli: la classe di merito non può essere trasferita da auto a moto o viceversa, ma solo tra veicoli appartenenti alla stessa tipologia
  • Veicoli già assicurati: il Decreto Bersani si applica solo per l’acquisto di un mezzo mai assicurato dal nuovo proprietario e che non abbia mai circolato con il nuovo passaggio di proprietà
  • Familiari defunti: non si può ereditare la loro classe di merito neppure se facevano parte, prima del decesso, del medesimo stato di famiglia

Casi particolari

Cosa accade se il veicolo assicurato con la Legge Bersani resta coinvolto in un sinistro? In caso di incidente non ci saranno ripercussioni sulla classe di merito del veicolo da cui si è ereditato la CU. Giocoforza, però, subirà le conseguenze (su premio e classe di merito) il veicolo incidentato. 

È inoltre opportuno ricordare che, una volta usufruito della Legge Bersani RCA, la classe di merito non verrà più tolta, neppure se il soggetto da cui è stata ereditata esce dallo stato di famiglia. La retrocessione della classe di merito, invece, è subordinata all’eventuale presenza di incidenti, come indicato sull’attestato di rischio. Per evitare spiacevoli rincari, è fondamentale affidarsi a una polizza completa come Guidamica Autovetture di Groupama, in grado di offrire un’ampia gamma di garanzie da modulare a seconda delle esigenze del cliente, come ad esempio il Bonus Protetto per evitare lo scatto del malus sul primo sinistro nel periodo assicurativo. 

La Legge Bersani non ha limiti di utilizzo. Si può usufruirne tutte le volte in cui si soddisfano le condizioni richieste. Una polizza RCA sottoscritta avvalendosi di questa formula, inoltre, è in ogni caso annullabile su richiesta del contraente. 

Legge Bersani per l’assicurazione moto e auto: le modifiche del 2019

I vantaggi della Legge Bersani sono fruibili anche per le polizze moto. Il Decreto per le moto garantisce la possibilità di ottenere una classe di merito migliore e di ridurre i costi della polizza. Vincoli e condizioni sono gli stessi validi per le automobili, a partire dalla necessità di appartenere allo stesso nucleo familiare, di disporre di una polizza attiva e di sottoscrivere l’assicurazione per la prima volta. Assicurarsi con la Legge Bersani non conviene sempre e a prescindere, ma soltanto se il passaggio a una classe di merito più alta è suffragato da un effettivo risparmio sul costo della polizza. 

In nessun caso è possibile ereditare la classe di merito da auto a moto. Tuttavia la Legge Bersani nel 2019 è stata implementata da un importante provvedimento normativo. La modifica dell’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni Private ha introdotto la cosiddetta RC Auto e Moto Familiare che amplia i benefici della legge 40/2007. Le novità più rilevanti riguardano infatti la possibilità di ereditare la classe di merito anche per tipologie di veicoli differenti, pertanto si può passare l’assicurazione da auto a moto e viceversa. Inoltre la RCA Familiare, diversamente dalla Legge Bersani, si applica anche ai rinnovi delle polizze. In questo caso, tra le condizioni da rispettare, rientra l’assenza di sinistri (con colpa esclusiva, principale o paritaria) rilevati sull’attestato di rischio negli ultimi cinque anni. 

Come risparmiare con la Legge Bersani

Assicurarsi con la Legge Bersani è uno dei modi migliori per risparmiare sulla polizza auto e moto. Per massimizzare i vantaggi e la convenienza si può inoltre ricorrere a un preventivo online approfittando di un comparatore intuitivo e che richieda l’inserimento di pochi dati. Basta inserire quelli relativi al veicolo e alla persona che intende stipulare la polizza, scegliere il tipo di assicurazione desiderata e aggiungere le eventuali garanzie accessorie da includere. 

Dopo esserti fatto una prima idea con il preventivo online, potrai accelerare la pratica recandoti in una delle sedi della compagnia assicurativa scelta. Groupama ti agevola ulteriormente il compito mettendoti a disposizione il Trova agente, un sistema che ti permette di localizzare all’istante l’agenzia più vicina a te semplicemente inserendo il tuo indirizzo. 

In questo articolo abbiamo visto che:

  • La Legge Bersani permette di ereditare la classe di merito del veicolo assicurato a un membro dello stesso nucleo familiare e rappresenta uno dei modi più efficaci per risparmiare sull’assicurazione auto e moto;
  • Possono assicurarsi con Legge Bersani soltanto veicoli appartenenti alla stessa tipologia e mai assicurati in precedenza dal nuovo proprietario. Per questo motivo a trarne i vantaggi maggiori sono soprattutto i neopatentati; 
  • Affidarsi alla Legge Bersani non conviene sempre, ma soltanto se il passaggio a una classe di merito più alta è accompagnato da un effettivo risparmio sul costo della polizza;
  • È possibile ottenere online un primo preventivo assicurazione auto e moto con Legge Bersani, per poi rintracciare in rete l’agente più vicino al quale rivolgersi per completare la sottoscrizione della polizza.

Condividi

Pubblicato il 12/07/2021

Sospensione assicurazione: requisiti, costi e tempi necessari per sospendere la polizza RC

Congelare la propria polizza annuale per un determinato periodo e riattivarla quando si desidera: la sospensione assicurazione auto o moto è una formula prevista dalle compagnie assicurative.

Classi di merito assicurazione: cos'è e come si calcola

Quando si stipula un’assicurazione RC Auto obbligatoria, uno dei parametri più importanti risponde al nome di classe di merito.

Nuovo Codice della Strada 2020: cosa prevede e le novità da conoscere

Atteso ormai da oltre 10 anni, il Nuovo Codice della Strada 2020 ha visto le sue modifiche inserite nel Decreto Semplificazioni. Vediamo dunque quali novità comporta e da quando è entrato in vigore.

Tagliando assicurazione: cos'è e quando va esposto il contrassegno assicurativo

È obbligatorio esporre il tagliando dell’assicurazione auto? La domanda è lecita, soprattutto se si è automobilisti alle prime armi.

Cosa fare quando l'assicurazione è scaduta

Una dimenticanza può capitare a tutti: quando si tratta della scadenza dell’assicurazione, però, bisognerebbe fare molta attenzione. Se si continua a circolare con l’assicurazione auto scaduta, infatti, non solo si rischiano pesanti sanzioni, ma anche guai seri in caso di incidente stradale. Vediamo insieme come comportarsi in queste situazioni e come prevenire il problema. Cosa […]