Cosa copre l’assicurazione del capofamiglia
e perché conviene stipularla


Oltre a sottoscrivere una polizza infortuni o un'assicurazione sulla vita, puoi tutelare te stesso e i tuoi cari grazie a una polizza capofamiglia.
Assicurazione capofamiglia: cos'è

L'assicurazione capofamiglia è una garanzia facoltativa che tutela dai vari imprevisti della vita di tutti giorni chi la stipula e tutti i componenti del suo nucleo familiare, che possono essere non solo il coniuge e i figli che coabitano con lui, ma anche eventuali collaboratori domestici e persino gli animali da compagnia.

Secondo quanto stabilito dall'art 2048 del Codice Civile, infatti, il padre e la madre o il tutore sono responsabili dei danni provocati dai figli minori che abitano con loro.

L'articolo 2052 dello stesso codice sancisce, inoltre, che il proprietario di un animale è responsabile dei danni cagionati dallo stesso, sia nel caso in cui si trovi sotto la sua custodia, sia nel caso in cui sia fuggito o smarrito. Per questi motivi, se si hanno figli o animali domestici conviene sempre tutelarsi con un'assicurazione RC capofamiglia.

In realtà, non c'è una categoria specifica di persone alle quali è consigliato stipulare questo tipo di assicurazione, in quanto sarebbe indicata per tutti, dato che a chiunque può capitare di avere un incidente e di provocare danni.

Certo è che se si hanno bambini e animali domestici, il rischio di imprevisti potrebbe essere più alto e quindi converrebbe considerare l'ipotesi di una polizza RC capofamiglia: stipulandola, infatti, si potrà vivere più sereni con la consapevolezza che, nel malaugurato caso si provocassero involontariamente danni a terzi o ai loro beni, si avrà una copertura per l'eventuale risarcimento.

Vediamo ora nel dettaglio cosa copre l'assicurazione del capofamiglia.

Assicurazione capofamiglia: cosa copre

Come già anticipato, la RC capofamiglia copre eventuali danni a terzi, come lesioni o decessi, e danni a beni di terzi. Questo tipo di polizza è personalizzabile e il contraente può scegliere di inserire solo le coperture che lo interessano di più.

Ecco una lista dei principali danni il cui risarcimento può essere coperto stipulando un'assicurazione capofamiglia:

  • Danni derivanti dall'utilizzo della propria abitazione o dell'abitazione in affitto con tutte le relative pertinenze, impianti, giardini e attrezzature, provocati da un evento accidentale o comunque attribuibile a una responsabilità personale. Un tipico esempio è quello del vaso tenuto sul balcone che cade e ferisce un passante.
  • Danni da spargimento di acqua: non vanno confusi con i danni da acqua condotta, provocati dalla rottura accidentale di una tubazione dell'appartamento e coperti da un altro tipo di polizza, quella che riguarda la responsabilità civile per la proprietà del fabbricato. In questo caso si parla di spargimento di acqua dovuto, ad esempio, a una distrazione compiuta da un membro della famiglia, che può dimenticare un rubinetto aperto oppure può provocare allagamenti utilizzando un irrigatore.
  • Danni provocati da fatti illeciti o dolosi compiuti da figli minori: riguarda i casi in cui un figlio minore provoca danni a terzi o ai loro beni, ad esempio se andando in bicicletta investe qualcuno, o se giocando a pallone rompe il vetro della finestra di un vicino. Possono rientrare in questa copertura anche danni più gravi provocati dai minori, ad esempio se guidano un'automobile o altri veicoli non avendo la patente e cagionando danni a terzi.
  • Danni derivati dallo svolgimento di varie attività nel tempo libero: rientrano in questa categoria i danni provocati svolgendo attività come, ad esempio, lavori dentro casa, quindi anche attività compiute utilizzando attrezzature e macchinari. Un esempio è il caso in cui, mentre si stanno eseguendo dei lavori di ristrutturazione su un balcone, qualcosa cade provocando danni al balcone del piano di sotto o a un'automobile parcheggiata in strada.
  • Danni provocati da animali domestici o da sella: secondo il Codice Civile, si è responsabili dei danni provocati dagli animali non solo quando si è il proprietario, ma anche quando si hanno temporaneamente in custodia. Con questo tipo di garanzia della polizza per capofamiglia, ad esempio, si è coperti se il proprio cane provoca danni e ferite mordendo una persona o il cane di qualcun altro.
  • Danni causati dal possesso e dall'uso di armi: in questo caso specifico i danni provocati sono indennizzabili, ovviamente, solo se l'assicurato detiene armi regolarmente, secondo le disposizioni di legge, e se l'utilizzo dell'arma avviene per difesa personale. Non è compreso in questo settore l'utilizzo di armi da caccia, per il quale è prevista per legge una copertura specifica.
  • Danni causati dal possesso o dall'uso di veicoli non soggetti all'obbligo di assicurazione: in questa categoria di veicoli rientrano, ad esempio, biciclette o veicoli natanti per i quali non è previsto dalla legge l'obbligo di assicurazione.
  • Danni causati a terzi da collaboratori domestici o altri soggetti prestanti lavoro: sono coperti i danni causati, ad esempio, da badanti, domestici e giardinieri, ovviamente solo se sono assunti regolarmente.
  • Danni causati a terzi dall'incendio di un veicolo o di altri beni: in questo caso si intendono i danni provocati dall'incendio, dallo scoppio o dell'esplosione di un veicolo a motore di proprietà quando si trova parcheggiato in aree private o recintate. Quando il veicolo è in circolazione, invece, interviene l'assicurazione RC auto. Sono coperti anche i danni causati dall'incendio di altri beni di proprietà dell'assicurato.

 

Assicurazione capofamiglia: cosa non copre
Come abbiamo visto, sono molte le coperture previste dalle polizze capofamiglia, ma non bisogna confonderle con altri indennizzi che sono invece previsti sottoscrivendo altre tipologie di assicurazioni. Ecco cosa non copre l'assicurazione RC capofamiglia:
  • Danni provocati con dolo dall'assicurato.
  • Danni relativi alla proprietà del fabbricato o causati durante lavori di manutenzione straordinaria del fabbricato, previsti invece nella polizza RC per la proprietà del fabbricato.
  • Danni causati durante l'attività lavorativa, coperti dalla polizza RC professionale.
  • Danni derivati dal possesso o dalla custodia di animali non domestici.
  • Danni provocati dal possesso o utilizzo di armi da caccia, per i quali, come abbiamo anticipato, esiste l'obbligo di stipulare la polizza RC del cacciatore.
  • Danni derivanti dalla circolazione dei veicoli, i quali ovviamente sono coperti dall'assicurazione RC auto.
  • Danni da furto.
L'assicurazione capofamiglia compresa in My Protection di Groupama

L'assicurazione capofamiglia, come abbiamo visto, è una garanzia in più che ci fornisce una copertura in tanti casi in cui, purtroppo, si provocano danni a cose o persone. Di solito conviene abbinare questo tipo di polizza con altre garanzie, ad esempio con quella relativa alla proprietà del fabbricato, così da ottenere una sicurezza completa per la propria casa.

Questo è solo un esempio di come è possibile combinare più garanzie insieme per creare un'assicurazione ad hoc per le proprie esigenze: oggi con Groupama Assicurazioni è possibile farlo grazie a My Protection, un'innovativa formula assicurativa multigaranzia, modulare e rateizzabile, che puoi costruire su misura per te.

My Protection prevede 4 aree di protezione, ossia Tenore di vita, Salute, Casa e Patrimonio. All'interno di questi settori sono compresi 15 moduli combinabili tra di loro per ottenere il massimo della tutela per ogni tua necessità. L'assicurazione del capofamiglia è compresa nella sezione relativa al patrimonio: si tratta del modulo RC Vita Privata e comprende tutti i casi analizzati in precedenza tutelando, quindi, sia te che i componenti del tuo nucleo familiare dal risarcimento dovuto a terzi per danni, fisici o materiali, causati nell'ambito della vita privata.

Grazie a My Protection potrai abbinarla, ad esempio, al modulo RC fabbricato, che tutela il tuo patrimonio dai danni provocati a terzi in quanto proprietari del fabbricato, o al modulo Tutela legale casa, persona, auto, cyber, che ti garantisce la tutela legale in caso di controversie che possono nascere in vari ambiti della vita privata. In alternativa, puoi abbinarla a un modulo previsto tra le assicurazione infortuni dell'area Tenore di vita, ad esempio a quello relativo alla premorienza.

Se hai deciso di stipulare un'assicurazione capofamiglia, online potrai utilizzare il nostro configuratore per farti un'idea dei vantaggi di My Protection: inserendo alcune informazioni su di te e sul tuo stile di vita, potrai ottenere un grafico che ti mostrerà quali sono le aree in cui hai maggior bisogno di protezione. Potrai così ottenere, anche per l'assicurazione capofamiglia, un preventivo di massima che ti aiuterà a farti un'idea dell'eventuale spesa da sostenere.

Per la tua assicurazione del capofamiglia, scegli i vantaggi e la convenienza di My Protection di Groupama.