Cure fisioterapiche da infortunio: come funzionano

Che sia per qualche dolore specifico, a seguito di un infortunio durante lo svolgimento di un’attività sportiva, capita a tutti, almeno una volta nella vita di rivolgersi ad un fisioterapista.

Condividi

Con questo termine si indica un professionista sanitario specializzato nella fornitura di servizi di fisioterapia. Le motivazioni che portano a sottoporsi alle cure fisioterapiche sono molteplici: per semplice prevenzione, per attuare un processo di recupero o, più comunemente, per svolgere una riabilitazione a seguito di infortuni e gessature.

Terapie fisioterapiche: cosa sono e quando servono

Le terapie fisioterapiche, indicate spesso con il termine generico di fisioterapia, sono un insieme di interventi clinici mirati a promuovere, mantenere o ripristinare il movimento e la funzione corporea, nonché a prevenire o ridurre le disabilità. I professionisti sanitari utilizzano un ampio ventaglio di approcci e tecniche per trattare pazienti con diverse condizioni fisiche, muscolo scheletriche, neurologiche e cardiopolmonari.

Cure fisioterapiche: tutte le differenti tipologie

Le cure fisioterapiche possono essere di diverse tipologie, a seconda della loro funzionalità, dell’area da trattare e, soprattutto, in relazione allo scopo ultimo da raggiungere. È bene sottolineare che il piano di trattamento fisioterapico è personalizzato in base alle esigenze specifiche del paziente e alle caratteristiche della sua condizione clinica. Proprio per queste ragioni, un fisioterapista valuta attentamente il paziente, sviluppando un piano terapeutico adatto alle sue esigenze specifiche.

Solitamente le cure fisioterapiche si realizzano con:

  • esercizi terapeutici: prescritti per migliorare la forza muscolare, la flessibilità, la resistenza e il controllo motorio;
  • terapie manuali: attraverso massaggi e manipolazioni articolari;
  • elettroterapia: attraverso l’utilizzo di dispositivi elettrici, come ultrasuoni, stimolazione elettrica e terapia con onde d’urto;
  • idroterapia: ovvero una terapia che si svolge in acqua, solitamente in piscina, per ridurre l’impatto sulle articolazioni.

La fisioterapia riabilitativa

A seguito di un incidente, di una malattia o di un trauma generico, entra in gioco la fisioterapia riabilitativa, al fine di recuperare delle capacità compromesse. Esistono diversi trattamenti riabilitativi, che devono essere eseguiti tutti da un professionista qualificato.

Ecco di seguito un breve elenco delle terapie più frequenti.

La massoterapia

Si tratta di una tecnica riabilitativa basata sul massaggio di specifiche zone del corpo, utilizzata per ridurre dolori e tensioni muscolari o articolari. Spesso si fa ricorso alla massoterapia in seguito a contratture o lesioni causate da incidenti.

La fisiokinesiterapia

Tra i trattamenti riabilitativi figura anche la fisiokinesiterapia, tecnica utilizzata per recuperare le funzioni motorie di un paziente. Questa terapia viene applicata a persone che hanno subito traumi, interventi chirurgici, l’utilizzo di tutori o ingessature, con l’obiettivo di ripristinare le capacità articolari e muscolari. La fisiokinesiterapia può essere eseguita manualmente, attraverso l’intervento diretto del fisioterapista, o mediante l’utilizzo di strumenti e macchinari specializzati. Tra le molteplici tecniche applicate ci sono, ad esempio, la ginnastica posturale, l’elettrostimolazione e la rieducazione funzionale.

L’osteopatia

L’osteopatia può essere utilizzata per trattare diversi disturbi, tra cui problemi muscolo scheletrici, mal di schiena, dolori articolari e disfunzioni muscolari. La caratteristica distintiva di questa terapia è l’uso di tecniche di manipolazione osteopatica, che coinvolgono la manipolazione manuale dei tessuti, delle articolazioni e dei muscoli per migliorare la loro funzione.

La tecarterapia

Questa specifica terapia viene spesso impiegata in ambito ortopedico, traumatologico, riabilitativo e sportivo. Può essere utilizzata per trattare molteplici condizioni, tra cui distorsioni, tendiniti, contratture muscolari, lesioni dei tessuti molli e patologie articolari.

Fattivamente, la tecarterapia si basa sull’applicazione di onde elettromagnetiche al corpo del paziente. Queste onde generano calore all’interno dei tessuti corporei, stimolando la vasodilatazione, aumentando così il flusso sanguigno e favorendo il processo di guarigione. La durata del trattamento può variare in base alla condizione specifica del paziente, alla gravità dell’infortunio o della patologia e alla risposta individuale al trattamento.

La stimolazione funzionale magnetica

Si tratta di una tecnica avanzata nel campo della fisioterapia riabilitativa. La stimolazione funzionale magnetica coinvolge l’uso di appositi macchinari che emettono onde elettromagnetiche. Queste onde sono in grado di penetrare nei tessuti del corpo e influenzare l’attività muscolare. La stimolazione funzionale può essere utilizzata nella riabilitazione muscoloscheletrica, ad esempio dopo un trauma o un infortunio. Inoltre, può essere indicata nella riabilitazione ortopedica, specialmente in pazienti affetti da condizioni come artrosi, instabilità articolare o lesioni ai tendini. L’obiettivo principale di questa tecnica consiste nell’attivare il sistema muscolare per favorire la riabilitazione. Le onde elettromagnetiche stimolano le fibre muscolari e possono essere utilizzate per migliorare la forza, la contrazione muscolare e la funzione.

Tra i numerosi vantaggi della stimolazione funzionale magnetica, c’entra il fatto che si tratta di una procedura non invasiva. Ciò significa che non richiede l’intervento chirurgico e può essere utilizzata come parte di un programma di riabilitazione conservativo.

Come funziona la fisioterapia nel servizio pubblico

Il quadro delle cure fisioterapiche in Italia appare piuttosto frammentato. Questo perché dipende molto dalle Regioni, in alcune è possibile usufruire gratuitamente di determinate prestazioni, mentre in altre no.

Se ci si chiede a quanti cicli di fisioterapia si ha diritto, la risposta non è univoca per tutti i territori, in quanto la normativa nazionale non specifica la quantità di prestazioni ad personam, che viene invece decisa dalle Regioni in base alle risorse disponibili.

Proprio in virtù di ciò, alcune terapie fisiche come laserterapia, elettroterapia, ultrasuonoterapia, magnetoterapia sono a carico del Servizio sanitario regionale solo in specifiche regioni; in altre sono totalmente a carico dell’assistito; in altre ancora invece, è a carico del Servizio sanitario regionale solo un ciclo di sedute all’anno. Alcune prestazioni strumentali, come per esempio la tecarterapia, si pagano sempre poiché non rientrano nei cosiddetti LEA, ovvero i livelli essenziali di assistenza forniti a tutti i cittadini.

I vantaggi dell’assicurazione sanitaria

Scegliere di optare per un’assicurazione sanitaria privata è sempre più comune, per via della facile accessibilità e dei costi contenuti. La polizza sanitaria è un prezioso strumento per la salvaguardia della salute sia personale che familiare. Si tratta di un valido affiancamento al Sistema sanitario nazionale, in grado di coprire spese mediche in strutture private. Proprio grazie a questa peculiarità, avere una polizza sanitaria significa anche poter accedere ad un servizio efficiente e sicuramente più veloce.

Le varie compagnie assicurative solitamente offrono la possibilità di modulare la propria polizza a seconda delle diverse esigenze. Questo significa che, ad esempio, oltre alla normale copertura sanitaria possono essere inclusi rimborsi per trattamenti specifici come le terapie fisioterapiche, le cure dentarie, gli interventi chirurgici, per sé o per tutto il nucleo familiare.

Il grande vantaggio economico dell’assicurazione sanitaria è la possibilità di poter rateizzare l’importo, con cadenza mensile, semestrale o annuale.

Perché scegliere BenEssere inSalute di Groupama

I vantaggi che derivano da un’assicurazione sanitaria sono indubbi, soprattutto se relazionati all’esiguo costo mensile o annuale di una polizza. Scegliendo un’assicurazione altamente personalizzabile come BenEssere inSalute di Groupama Assicurazione, è possibile cucire su misura la polizza che si preferisce, adattandola alle proprie esigenze, integrando o meno specifiche garanzie. Prevedendo la copertura “cure fisioterapiche da infortunio”, sono rimborsabili tutte le spese sostenute a seguito di trattamenti fisioterapici e rieducativi, prescritti da un professionista sanitario. Tra i vari rimborsi previsti, sono compresi anche i trattamenti di agopuntura e/o di osteopatia – documentati da una prescrizione fatta da un medico specialista.

Pubblicato il 18 Marzo 2024

Osteopatia: le spese sono detraibili?

Quando regnano equilibrio ed armonia, il corpo umano funziona perfettamente. È quando questo non accade che entra in gioco l’osteopatia, ovvero una disciplina medica alternativa che si concentra sulla diagnosi e sul trattamento delle disfunzioni del sistema muscolo-scheletrico.

Danni causati da errore medico: chi paga?

La questione della responsabilità medica assume un ruolo di notevole importanza nell'ambito sanitario italiano, con significative implicazioni tanto per i pazienti quanto per gli operatori della salute.

Assicurazione per malattie gravi: tutto quello che c’è da sapere

In Italia, ogni cittadino ha il diritto alle cure mediche, grazie alla sanità pubblica garantita dallo Stato. È senza dubbio uno dei punti di forza su cui si basa un Paese moderno, retto da una Costituzione che garantisce questo diritto fondamentale.

Malattia professionale: cos’è e come chiedere il risarcimento

Negli ultimi anni si sta assistendo ad una costante crescita delle malattie professionali, ovvero quelle patologie scaturite da cause connesse allo svolgimento dell'attività lavorativa.

Cosa si intende per diaria da gessatura e cosa copre

Tutte le nostre attività quotidiane, siano esse professionali o svolte nel tempo libero, ci espongono all'imprevedibilità di subire un infortunio, i cui effetti si riverberano non solo in ambito personale, ma anche economico.

Check-up completo: ogni quanto fare gli esami

In medicina, il termine “check-up” - fa riferimento a una serie di esami e test diagnostici volti a valutare in modo dettagliato lo stato di salute generale di un individuo, indipendentemente dall’età.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Vuoi richiedere un preventivo personalizzato? Scegli uno o più prodotti per i quali desideri ricevere un preventivo. Compila il form sottostante scegliendo l’agenzia più vicina a te e inserendo i dati richiesti e verrai contattato al più presto da un nostro agente per proporti soluzioni a misura dei tuoi bisogni.

CERCA L’AGENZIA PIÚ VICINA A TE

MASSIMA DISTANZA: 5 km

0km

100km