Danni impianto elettrico: come ottenere il risarcimento

Al giorno d’oggi, una casa non è definibile tale se non è accompagnata da un efficiente impianto elettrico, ovvero tutto quel complesso di componenti elettrici che rende possibile la maggior parte delle azioni e funzioni all’interno di un’abitazione.

Condividi

Tuttavia, delle volte e soprattutto per diverse cause, l’impianto elettrico può subire dei danni, di piccola, media o grande entità.

Fulmine e fenomeno elettrico: quali sono le differenze

Spesso, in presenza di danni all’impianto elettrico in determinate circostanze, si fa confusione sull’origine del problema, cioè se quest’ultima dipenda da un fenomeno elettrico oppure da un fulmine. Qual è la differenza?

La definizione di fenomeno elettrico

Il fenomeno elettrico non ha origine naturale, bensì è generato da scariche elettromagnetiche. Questo significa che nella realtà, si può manifestare sotto forma di cortocircuito dell’impianto elettrico. Generalmente i fenomeni elettrici possono innescarsi a causa di un guasto ad un elettrodomestico oppure per via di fili elettrici difettosi o danneggiati.

La definizione di fulmine

Il fulmine invece, a differenza del fenomeno elettrico, è originato da un fenomeno atmosferico naturale, che si manifesta scaricando a terra l’elettricità accumulata. La confusione tra le due situazioni si crea poiché, in alcuni casi, può accadere che un fulmine, colpendo una casa, crei dei danni, tra i quali la compromissione del circuito elettrico.

Nel mondo delle assicurazioni ad esempio, con la polizza contro l’incendio si tutelano i danni scaturiti da un fulmine e non da un fenomeno elettrico.

Le tipologie di fenomeno elettrico

I tanto scongiurati  fenomeni elettrici come scariche, sovratensioni e correnti possono causare danni significativi se non gestiti correttamente. Ne esistono diverse tipologie, che possono essere così riassunte:

  • variazione di corrente: un’instabilità nella corrente elettrica può danneggiare gli impianti elettrici e gli apparecchi connessi. Dispositivi di protezione come fusibili e interruttori differenziali possono aiutare a prevenire danni in caso di variazioni eccessive;
  • corto circuito: il contatto accidentale tra parti di un impianto può creare un corto circuito, generando un flusso di corrente elevato. Questo può causare surriscaldamento, incendi e danneggiare gli apparecchi collegati;
  • sovratensione: un improvviso aumento di tensione può danneggiare i dispositivi elettronici sensibili. In questo caso potrebbe essere particolarmente utile l’uso di dispositivi di protezione contro le sovratensioni, come i soppressori di picco, che possono contribuire a prevenire danni;
  • arco voltaico: una scarica elettrica accidentale tra due parti dell’impianto può causare danni gravi. In tal caso, per ridurre i rischi, le protezioni contro gli archi voltaici possono essere implementate.

È bene sottolineare che, tra tutte le tipologie, una delle cause più frequenti di danni all’impianto elettrico sono proprio gli sbalzi di tensione, che possono verificarsi in diverse occasioni. Tra queste, ad esempio, ci sono le condizioni meteorologiche avverse o, più assiduamente, apparecchi danneggiati.

Impianto elettrico a norma: perché è importantissimo

Abitare in una casa dove è presente un impianto elettrico a norma è una condizione necessaria alla propria sicurezza e a quella dell’intero nucleo familiare. La rete elettrica, dunque, non va mai improvvisata: un impianto elettrico a norma deve essere progettato, installato e manutenuto in conformità con le normative di sicurezza elettrica vigenti nel paese in cui si trova.

Impianto elettrico a norma: i requisiti

Affinché un impianto elettrico sia a norma e funzionante, occorrono diversi requisiti. Tra i punti più salienti ci sono:

  • progettazione professionale: l’impianto deve essere progettato da un professionista qualificato, come un ingegnere elettrico. La progettazione deve tener conto della tipologia dell’edificio, della sua destinazione d’uso e delle apparecchiature elettriche previste;
  • documentazione e certificazione: l’impianto elettrico deve essere documentato in modo completo e accurato, e deve essere rilasciato un certificato di conformità che attesti che l’installazione rispetta tutte le normative applicabili;
  • materiale e componenti certificati: è necessario utilizzare materiali e componenti elettrici certificati e conformi alle normative di sicurezza. Le prese, gli interruttori, i cavi e altri dispositivi devono essere omologati e portare il marchio di conformità;
  • distribuzione degli impianti: l’installazione deve rispettare le normative riguardo alla distribuzione degli impianti elettrici, condivisione delle linee e la protezione contro sovraccarichi e cortocircuiti mediante dispositivi come fusibili e interruttori differenziali;
  • sistema di messa a terra: un sistema di messa a terra affidabile è essenziale per garantire la sicurezza. Deve essere progettato e installato secondo le normative locali e deve essere soggetto a regolari controlli di manutenzione;
  • manutenzione periodica: un altro requisito da non sottovalutare è la manutenzione periodica. Eseguire regolari controlli di manutenzione sull’impianto elettrico aiuta ad evitare danni e imprevisti.

Danni da fenomeno elettrico: cosa copre l’assicurazione

Generalmente le polizze assicurative, in special modo quelle contro incendi, possono includere o essere integrate con una copertura per danni causati da fenomeni elettrici. Tuttavia, è importante verificare i dettagli della polizza, poiché a seconda dei casi potrebbero richiedere l’aggiunta di garanzie accessorie specifiche per coprire danni elettrici.

In linea di massima, l’assicurazione contro il fenomeno elettrico è da considerarsi una garanzia aggiuntiva che fornisce una copertura più ampia per una serie di eventi elettrici dannosi.

Fenomeno elettrico: chi paga i danni?

Quando si verificano compromissioni agli impianti elettrici, chi paga i danni? In seguito a scariche elettriche, blackout o circostanze simili, le apparecchiature elettroniche ed elettrodomestici possono subire dei danni. Le responsabilità, a seconda dei casi, possono essere diverse e molteplici:

  •  Responsabilità della compagnia elettrica: se il guasto origina da difetto o errore nella fornitura di energia della compagnia elettrica, questa potrebbe essere considerata responsabile. Tuttavia, la compagnia elettrica potrebbe escludere la responsabilità se il guasto è causato da eventi di forza maggiore, come calamità naturali (fulmini, tempeste, ecc.) o altre situazioni al di fuori del suo controllo.
  • Responsabilità dell’utente: se il danno è causato da un uso improprio degli impianti elettrici o da un malfunzionamento degli apparecchi elettronici a valle, l’utente potrebbe essere considerato responsabile. In alcuni casi, la responsabilità dell’utente potrebbe essere esclusa se può dimostrare che il guasto è dovuto a difetti o problemi nella fornitura di energia.
  • Ricorso legale: se sussiste una controversia sulla responsabilità e il risarcimento, potrebbe essere necessario intraprendere azioni legali per risolvere la questione. Consultare un avvocato specializzato in diritto dell’energia o un’associazione a difesa dei consumatori può essere utile per valutare la solidità del caso e determinare il corso d’azione più appropriato.

In ogni caso, per far fronte a questi imprevedibili eventi, è importante notare che molte polizze assicurative offrono copertura per danni causati da fenomeni elettrici. Per questo motivo è consigliabile esaminare attentamente i termini della polizza e, se necessario, consultare l’assicuratore per comprendere la portata della copertura ed eventualmente la responsabilità opportuna per il risarcimento danni all’impianto elettrico.

Perché affidarsi a Casa Senza Confini di Groupama

Per vivere serenamente, con la consapevolezza di essere protetti a 360 gradi, su tutti i fronti, affidarsi a Casa Senza Confini di Groupama Assicurazioni è la scelta giusta. Il prodotto è altamente personalizzabile, pensato proprio per abbracciare le esigenze dei singoli. Casa Senza Confini può metterti al riparo da molti rischi, offrendo una copertura anche per i danni causati alle apparecchiature elettriche ed elettroniche normalmente presenti nell’abitazione.

Pubblicato il 1 Febbraio 2024

Cos'è e come funziona l'assicurazione per la bicicletta

Nel mondo della mobilità sostenibile, la bicicletta si erge come un'icona di libertà, salute e rispetto ambientale. Forse primo mezzo di trasporto ecologico dei tempi moderni, offre infatti vantaggi significativi sotto molti aspetti: dal miglioramento della salute fisica a quella mentale, dalla riduzione del traffico urbano ad un incremento sensibile della qualità dell’aria.

Assicurazione cane e gatto

Chi li ospita in casa lo sa: da sempre, cani e gatti sono molto più di semplici animali domestici; sono parte integrante del tessuto emotivo di chiunque li abbia scelti come compagni di vita.

Fulmine in casa: tutto quello che c’è da sapere

Per quanto le tempeste possano essere suggestive, delle volte possono essere la causa di situazioni pericolose. Il fenomeno di gran lunga più temibile è proprio il fulmine, ovvero una potente scarica elettrica che si instaura tra due corpi.

Tutto quello che c'è da sapere sul microchip per gli animali domestici

Tutti i proprietari di cani sono tenuti a rispettare l'obbligo di legge relativo al microchip, il quale deve essere impiantato su ogni amico a quattro zampe, indipendentemente dalla sua razza, dalla dimensione o dal luogo in cui vive, che sia un appartamento, un giardino o una casa isolata di campagna.

Cos’è l’assicurazione RC obbligatoria per gli sciatori

La stagione invernale è il periodo dell’anno più atteso dagli amanti dello sci e dello snowboard. Finalmente si può tornare in pista e scendere a valle, provando quella straordinaria sensazione di libertà e contatto con la natura.

Assicurazione per gli oggetti di valore: cosa copre e perché stipularla

Gioielli, sculture, dipinti e strumenti musicali, così come orologi, pellicce e dispositivi informatici o fotografici sono solo alcuni degli oggetti di grande valore che, ogni giorno, custodiamo all’interno delle nostre mura domestiche. Un valore che va oltre quello economico, toccando corde emotive legate a questo o quell’altro ricordo.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Vuoi richiedere un preventivo personalizzato? Scegli uno o più prodotti per i quali desideri ricevere un preventivo. Compila il form sottostante scegliendo l’agenzia più vicina a te e inserendo i dati richiesti e verrai contattato al più presto da un nostro agente per proporti soluzioni a misura dei tuoi bisogni.

CERCA L’AGENZIA PIÚ VICINA A TE

MASSIMA DISTANZA: 5 km

0km

100km