Assicurazione infortuni:
come funziona e cosa copre


Oggi un numero sempre crescente di persone decide di stipulare un'assicurazione infortuni, ossia una polizza che consente di proteggersi da tutte le conseguenze economiche a cui il soggetto assicurato potrebbe andare incontro nel caso di un infortunio.

Tra gli infortuni sono compresi tutti gli eventi fortuiti, quindi non prevedibili né controllabili, esterni alla persona assicurata, che possano causare lesioni fisiche. La tipologia di infortuni è quindi vastissima e comprende tutti gli episodi di carattere violento, dove il soggetto subisce in qualche modo dei danni. Si va dalla semplice caduta che potrebbe comportare, ad esempio, la rottura di un arto, a lesioni muscolari, colpi di calore, assideramento, asfissia, avvelenamento dovuto a punture di insetti, infezioni non connesse a malattie e tanti altri casi.

Certamente sottoscrivere una polizza infortuni comporta numerosi vantaggi, perché in tal modo ci si tutela da perdite economiche derivanti dall'infortunio, sia del produttore di reddito, sia degli altri membri della propria famiglia, in quanto con un'assicurazione infortuni vengono risarcite le spese sostenute per curare la persona infortunata.

Un evento fortuito purtroppo può sempre accadere, ma con una polizza infortuni si ha almeno la certezza di poter affrontare l'emergenza con una sicurezza economica in più e dunque con maggiore forza e serenità.

Come scegliere una polizza infortuni

Una polizza infortuni può essere specifica per una sola tipologia di infortuni o può comprenderne diverse, aggiungendo delle apposite clausole. Quando decidono di stipulare un'assicurazione infortuni, molte persone si chiedono come fare a scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.

La risposta è semplice: bisogna sempre valutare il luogo in cui si vive e il proprio stile di vita e basarsi su questi dati per capire quale tipo di polizza infortuni fa al proprio caso, considerando che si tratta di un tipo di assicurazione che può coprire molti ambiti, da quello lavorativo a qualsiasi attività svolta nel tempo libero o a qualsiasi condizione extra professionale.

Ad esempio, se si prendono tutti i giorni i mezzi pubblici per andare a lavoro, si potrebbe pensare di inserire una clausola nella propria polizza che copra gli eventuali incidenti subiti mentre si è a bordo di un mezzo pubblico; o ancora, se si vive in un'area geografica spesso soggetta a calamità naturali, sarebbe bene sottoscrivere una polizza infortuni specifica per questi eventi in modo da tutelarsi nel caso in cui ci si dovesse infortunare in situazioni di emergenza. Se si svolge un lavoro ad alto rischio o molto usurante, allora si può pensare a un'assicurazione infortuni e malattia. Se si pratica un'attività sportiva di qualsiasi tipo, inoltre, è sempre bene munirsi di un'assicurazione infortuni sportivi per prevenire qualsiasi incidente. Se, invece, non si hanno particolari esigenze, si può sottoscrivere una polizza infortuni generica per poter così stare più tranquilli sempre, anche dentro casa, scegliendo un'assicurazione infortuni domestici.

In definitiva, tutto dipende dal nostro modo di vivere, dagli ambiti che ci riguardano maggiormente e nei quali ci conviene quindi proteggerci da eventuali situazioni spiacevoli.

Se hai dei dubbi o hai bisogno di informazioni, rivolgiti a un nostro Agente per trovare la migliore polizza infortuni domestici per le tue esigenze.

Come funziona un'assicurazione infortuni

A livello assicurativo, esistono tre categorie principali di coperture per infortuni: le garanzie per inabilità temporanea, per invalidità permanente e per morte.

Per inabilità temporanea si intende l'impossibilità di lavorare per un certo periodo di tempo a causa del danno che si è subito con l'infortunio: in questi casi, dunque, l'indennizzo previsto è una diaria che copre tutti i giorni di lavoro che l'assicurato perde e che comprende anche il risarcimento totale delle spese ospedaliere e mediche sostenute per curarsi.

L'invalidità permanente comprende tutti quei casi nei quali i danni subiti non sono reversibili e quindi causeranno un'impossibilità permanente a svolgere una qualsiasi attività lavorativa, o che comunque condizioneranno per sempre la vita dell'assicurato. L'indennizzo in questo caso viene ricavato sul capitale assicurato tramite un valore in percentuale, calcolato in base al tipo di limitazione sensoriale o menomazione fisica corrispondente al danno. Questo tipo di polizza è indicata soprattutto per i lavoratori autonomi che non possono godere degli indennizzi per malattia o infortunio previsti, invece, per i lavoratori dipendenti.

In caso di morte del soggetto assicurato, infine, il beneficiario (di solito i figli o un congiunto) riceverà un risarcimento; nel caso in cui quest'ultimo non sia indicato, allora l'indennizzo viene diviso equamente tra tutti gli eredi.

Considerando quanto detto finora, è facile intuire che il premio di copertura di una polizza infortuni - ossia il prezzo pagato da chi stipula il contratto per acquistare la garanzia assicurativa - viene calcolato a seconda del livello di rischio del lavoro che si svolge, in quanto ogni attività lavorativa viene distinta in classi di rischio e prevede un indennizzo diverso. La copertura dell'assicurazione infortuni in genere si attiva a partire dalla data di inizio pagamento del premio e termina allo scadere del contratto; tuttavia, se le conseguenze di un infortunio avvenuto nel periodo di copertura dovessero manifestarsi dopo la scadenza del contratto, l'indennizzo è comunque garantito.

In genere l'assicurazione infortuni può essere sottoscritta da chiunque, ma molto dipende dalla policy delle compagnie assicurative - policy che potrebbe prevedere limitazioni per alcune categorie di persone, come ad esempio quelle che hanno dipendenze da sostanze stupefacenti. Spesso, inoltre, molte assicurazioni non assicurano persone che hanno superato un certo limite di età.

I principali tipi di assicurazione infortuni
Esistono molti tipi diversi di polizza infortuni tra le più diffuse ci sono sicuramente l'assicurazione infortuni e malattie, l'assicurazione infortuni sportivi e l'assicurazione infortuni domestici.
Assicurazione infortuni e malattie

L'assicurazione infortuni e malattie è forse la più diffusa in assoluto perché è la più generica e dunque può riguardare davvero tutti, in quanto chiunque, qualsiasi lavoro svolga o a qualsiasi attività si dedichi nel tempo libero, è soggetto a dei rischi. Per questo motivo è sempre consigliabile stipulare almeno un'assicurazione infortuni e malattie di base, per tutelarsi in qualsiasi evenienza.

In particolare, questo tipo di polizza infortuni è indicata per i liberi professionisti e, in generale, per i lavoratori autonomi, in quanto queste categorie non godono degli indennizzi già previsti dalle assicurazioni delle aziende nei casi dei lavoratori dipendenti. Tuttavia, anche i lavoratori subordinati possono scegliere di sottoscrivere una polizza infortuni integrativa per stare più sereni, soprattutto nel caso in cui svolgano un lavoro ad alto rischio di incidenti.

Assicurazione infortuni sportivi

Molti pensano che l'assicurazione infortuni sportivi riguardi solo gli atleti e chi, dunque, fa sport per mestiere. In realtà, questo tipo di polizza infortuni dovrebbe riguardare tutti coloro che svolgono un'attività sportiva di qualsiasi genere.

Secondo quanto stabilito dal decreto del 3 novembre 2010, tutti gli sportivi dilettanti tesserati con le federazioni sportive nazionali, con le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, sono obbligati a stipulare un'assicurazione infortuni sportivi, pena conseguenze legali. Solo per i dilettanti che svolgono un'attività sportiva a livello amatoriale l'obbligo decade: in questo caso comunque conviene stipulare un'assicurazione infortuni generica, in quanto ci si potrebbe far male durante una qualsiasi attività sportiva, anche non agonistica.

Le assicurazioni infortuni sportivi coprono tutti gli oneri economici derivanti da un infortunio verificatosi durante l'attività sportiva, sia essa un allenamento o una gara. Per beneficiare dell'indennizzo, il soggetto deve aver subito danni oggettivi e misurabili, che possono condurre a inabilità temporanee, invalidità permanenti o addirittura alla morte. In sostanza funziona come una normale polizza infortuni, con la differenza che qui esistono delle specifiche relative alle attività sportive.

Le assicurazioni per infortuni sportivi, inoltre, prevedono risarcimenti anche in altri casi: con l'assicurazione di responsabilità civile privata, ad esempio, si coprono anche i danni a terzi. In tutti i casi, comunque, se il soggetto coinvolto nell'incidente o vittima dell'infortunio non è coperto da una polizza infortuni, rischia di dover affrontare ingenti spese per le cure mediche o per risarcire eventuali altre persone coinvolte. Per questo motivo è fondamentale, per chi svolge attività fisica, stipulare un'assicurazione infortuni sportivi.

Assicurazione infortuni domestici

Gli infortuni possono avvenire non solo a lavoro, per strada o durante un allenamento. Possono verificarsi anche dentro casa, anzi, spesso è proprio questo il luogo dove si registra il maggior numero di incidenti. Spesso capitano per una semplice disattenzione, oppure mentre si effettuano piccoli interventi di manutenzione; ad ogni modo, in questo ambito siamo davvero tutti soggetti al rischio di incidenti.

Per questo motivo è utile prevenire qualsiasi tipo di problema sottoscrivendo un'assicurazione infortuni domestici; questo tipo di assicurazione, tra l'altro, con la legge 493/1999 è diventata obbligatoria per determinate categorie, come le casalinghe o i casalinghi, ossia tutte quelle persone che si occupano esclusivamente della cura della casa per la propria famiglia, senza retribuzione.

In questo ambito Groupama ti offre, ad esempio, la polizza Pluriattiva Infortuni, un'assicurazione modulabile che prevede e risolve tutte le spiacevoli conseguenze dovute a un infortunio. In particolare, questa polizza ti tutela o interviene in questi casi: invalidità permanente; inabilità temporanea; indennità giornaliera da ricovero, da gessatura e da convalescenza post-ricovero; rimborso delle spese di cura; invalidità permanente da malattia; necessità di assistenza; tutela legale. Infine, interviene a favore dei beneficiari in caso di morte dell'assicurato.

Se desideri, invece, una polizza più completa che si possa abbinare anche con altri tipi di coperture, allora scegli My Protection, la nuova assicurazione multigaranzia di Groupama, pensata per rispondere a ogni tua esigenza.

Proteggiti con l'assicurazione infortuni compresa in My Protection

Se stai pensando di sottoscrivere una polizza infortuni, considera l'ipotesi di inserirla in un pacchetto comprendente anche altri tipi di garanzie. In questo modo non solo risparmierai, ma potrai costruire una protezione più completa sia per te che per i tuoi cari.

My Protection di Groupama Assicurazioni è la soluzione ideale per chi vuole assicurare diverse aree di interesse: si tratta di un'assicurazione multigaranzia personalizzabile, flessibile, innovativa e rateizzabile, un prodotto che puoi configurare secondo le tue esigenze. Le 4 aree di interesse (composte a loro volta da 15 moduli) sono: Tenore di vita, Salute, Casa e Patrimonio.

Quella denominata "Tenore di vita" è l'area di tuo interesse se intendi stipulare una polizza infortuni: partendo dai moduli compresi in questo settore, potrai poi sceglierne di aggiuntivi appartenenti ad altri settori, per creare così una polizza su misura per te.

Tenore di vita: i 5 moduli

I 5 moduli del pacchetto Tenore di vita di My Protection ti permetteranno di costruire la tua assicurazione infortuni per proteggere la tua capacità di reddito nel caso in cui si verifichi un problema di salute, un infortunio o una scomparsa prematura, facendo sì che la tua famiglia non debba cambiare le proprie abitudini ma possa invece riuscire ad affrontare la situazione con maggiore serenità.

Ecco quali sono i moduli dell'area di protezione Tenore di vita della polizza My Protection:

  • Invalidità permanente da infortunio: l'indennizzo previsto in questo caso è proporzionale al grado di invalidità permanente accertata a seguito di infortunio. Per le invalidità più gravi sono previsti anche la supervalutazione del danno subito e il rimborso per l'eventuale adeguamento dell'abitazione o dell'automobile per andare incontro alle nuove esigenze.
  • Indennità giornaliera da ricovero per infortunio: garantisce un indennizzo giornaliero per ogni giorno di ricovero, compreso il day hospital, dovuto all'infortunio subito.
  • Indennità giornaliera da ricovero per infortunio o malattia: come la condizione precedente, prevede una somma giornaliera per ogni giorno di ricovero non solo nel caso di infortunio, ma anche in quello di malattia.
  • Invalidità permanente da malattia: prevede un indennizzo proporzionale al grado di invalidità permanente accertata a seguito di malattia, con possibilità di supervalutazione del danno subito in caso di invalidità molto gravi.
  • Premorienza: i beneficiari indicati nella polizza riceveranno il capitale previsto in caso di scomparsa prematura del titolare della polizza.
Se vuoi stipulare un'assicurazione infortuni, contatta un agente Groupama Assicurazioni o recati presso un'Agenzia per avere maggiori informazioni su My Protection, la polizza costruita sulle tue necessità.

Come abbiamo visto, stipulare una polizza infortuni garantisce maggiore serenità nella vita di tutti i giorni, fornendo una tutela sia all'assicurato, sia agli eventuali altri beneficiari.

Se sei interessato ad una copertura ampia e personalizzata, prova con My Protection di Groupama Assicurazioni.